venerdì 24 dicembre 2010

Auguri di Buona Vita

Buona Vita a tutti :-)

oggi Zoe e Tea sono particolarmente euforiche. In trepida attesa per il Natale e stanno cantando una canzone che si sente spesso "on the air":

A Natale puoi
fare quello che non puoi fare mai:
riprendere a giocare,
riprendere a sognare,
riprendere quel tempo
che rincorrevi tanto.

È Natale e a Natale si può fare di più,
è Natale e a Natale si può amare di più,
per noi: a Natale puoi.

A Natale puoi
dire ciò che non riesci a dire mai:
che bello è stare insieme,
che sembra di volare,
che voglia di gridare
quanto ti voglio bene.

Luce blu,
c’è qualcosa dentro l’anima che brilla di più:
è la voglia che hai d’amore,
che non c’è solo a Natale,
che ogni giorno crescerà,
se lo vuoi.

A Natale puoi fidarti di più.
Alicia


A Natale tutto è concesso, ma soprattutto a Natale è concesso di Amare. A Natale CI si concede di Amare. A Natale si diventa tutti più buoni. A Natale....a Natale.

A Natale chi è solo si sente ancora più solo. Come ci si può sentire a festeggiare un Natale in ospedale, in ospizio, in carcere, in un angolo di una strada ad elemosinare, soli nella propria casa?

E' vero, a Natale si può. Si può fare tutto quello che non si riesce a fare mai. A Natale si riesce a dire tutto quello che non si riesce a dire mai. A Natale si riprende a sognare....

Io a Natale sogno....sogno che ogni singolo giorno della mia Vita possa essere vissuto come il giorno di Natale. Senza paura di parlare, senza paura di abbracciare, senza paura di amare, senza paura di aiutare, senza paura di essere me stesso con i miei pregi e i miei difetti.

Buon Natale....ma soprattutto Buona Vita ora, oggi, domani, fra un mese....
Perché CI si può amare di più ed amare di più....ogni istante della nostra Vita.

Provate a rileggere il testo della canzone sopra e al posto di Natale metteteci la parola ORA

Ora Tu puoi
fare quello che non puoi fare mai..
.

Patric

Un sorriso sincero è vita....perché un sorriso è come il sole all'alba: illumina la strada e riscalda i cuori anche quello di un perfetto sconosciuto