mercoledì 15 dicembre 2010

Dedicato ad Angela

Buona VITA a tutti :-)
oggi vorrei raccontarvi un episodio che mi ha visto protagonista assieme a Nicola ed Angela.
Angela era una signora di cui non ricordo l'età ma che aveva già superato da un bel po' il minimo degli anni necessari per andare in pensione.
Io e Nicola siamo entrati nella sua camera presso un Hospice dove vengono accolti malati terminali di tumore.
Ci ha ricevuto suo figlio il quale ci informa subito che sua mamma ha una brutta giornata. Che non riesce ormai più a parlare.
La guardiamo negli occhi, e i suoi occhi luccicano ed esprimono un misto tra sofferenza e pace. Le stringo la mano e iniziamo a parlarle informandola che non abbiamo bisogno di alcuna risposta.
Dopo un po' è lei stessa che con un filo di voce si scusa perché non riesce a parlare, ma non appena conclusa la frase, lei continua ed inizia a raccontarci della sua vita. Stiamo nella sua camera per un po' di tempo, che potrebbero essere 10 minuti come 1 ora. Il tempo è comunque volato tra lo stupore del figlio e la convinzione mia e di Nicola che puoi anche essere in punto di morte, ma la gente ha comunque bisogno di essere ascoltata.
L'ultima frase che ci ha pronunciato, mentre la salutavamo, è stata la seguente:

Vi ringrazio per quello che fate. Non mi dimenticherò mai di voi!

.....una frase che ci ha colti impreparati, che ci ha profondamente scossi. Siamo usciti con le lacrime agli occhi.
Alle volte basta veramente poco per lasciare un segno indelebile, anche in una persona che ci ha parlato solo per qualche minuto in tutta la sua vita.
Angela non ha più rivisto nessun Klaun, e probabilmente sono state tra le ultime parole che ha pronunciato. I giorni seguenti ha avuto la febbre alta e non è stata più cosciente.
A me piace immaginare Angela con le ali. Angela è volata via pochi giorni dopo il nostro incontro. Non so dirvi dove sia ora (in cielo, reincarnata, in paradiso, dove preferite voi) ma di una cosa sono certa: un pezzettino di Angela continuerà a vivere in me.

Noi Klaun non abbiamo la pretesa di combattere la malattia. Non ne abbiamo gli strumenti e per questo ci sono persone qualificate come i dottori che comunque, per quanto bravi siano, non possono prometterci la vita eterna. Prima o dopo tutti noi moriremo.
Quello che tutti noi possiamo invece provare a fare, indipendentemente dal fatto di essere Klaun, è di prenderci cura della Persona perché tutti noi abbiamo il diritto di aprirci alla vita anche in casi estremi come quando ti trovi in punto di morte ed il sorriso di Angela, impresso nel mio cuore, ne è la testimonianza.
Basta un piccolo gesto, una frase, un sorriso, un abbraccio per lasciare un segno indelebile in chiunque incontriamo sulla strada della nostra vita.

Buona Vita amici
Patric

Un sorriso è vita.....perché nessuno è così ricco da poterne fare a meno e nessuno è così povero da non poterlo dare