giovedì 17 febbraio 2011

Incontri ravvicinati con la Natura

Buona Vita a tutti :-)

oggi abbiamo il piacere di raccontarvi una storia di Buona Vita con le parole della nostra amica Enrica, un'esperienza a stretto contatto con la Natura, il Creato, la Vita:


"Come ogni giorno mi dedicavo l'ora di passeggiata per i bellissimi paesaggi dei colli euganei (zona Torreglia-Castelnuovo) rimirando la bellezza che mi circondava, odorando i profumi che la natura nei suoi vari aspetti emanava e ascoltando l'alternarsi di silenzio, cinguettii e versi che a tratti riempivano il bosco,quando una strana visione arrestò il mio intercedere. Quel giorno mi ero attardata e quindi il sole era già sceso lasciando lo spazio a quei colori che solo nel fugace periodo del crepuscolo è possibile godere. Una luce che infonde a tutto il creato un'atmosfera quasi di irreale, di sospensione e che poco permette di vedere in modo nitido i contorni delle sagome. In questo contesto mentre percorrevo l'ultima salita
del consueto giro, un gruppetto di circa 12-15 animali comparve in alto sopra al dosso: ma che animali erano mai quelli? Assomigliavano a piccoli cagnolini ma,anche a causa della luce, non mi pareva di riuscire ad associare a nessuna delle razze che conosco. Una seconda associazione mi insinuò il dubbio che potesse trattarsi di cinghiali cuccioli, ma onestamente non potevo fugare l'arcano poichè non avevo mai visto piccoli di maiale selvatico. Mentre mi perdevo per questi pensieri ma con il cuore pieno perchè il tutto era davvero bello e unico, la "mandria" era sparita oltre il dosso ad eccezione di un piccolino che mi venne incontro. Un sesto senso mi spinse a muovere il braccio per allontanare il piccolo che subito eseguì un dietro-front per seguire i suoi fratelli. Dopo 3-5 secondi sopra il dosso, oramai a distanza di circa 6 metri da me, comparve la madre di questa "mandria": un cinghiale adulto. Ho provato una grande paura insieme alla gioia che la sorpresa di un incontro così ravvicinato con questi animali selvatici mi procurava e non mi sono mossa. L'animale, dal canto suo, mi puntò, soffiò due volte nella mia direzione e, per fortuna, dopo pochi secondi di sguardo di sfida mi snobbò e chiamò a raccolta i suoi figlioli per procedere la passeggiata nella boscaglia.
Sebbene consideri l'esperienza pericolosa vista la nota aggressitvità dei cinghiali, specie se in presenza dei propri cuccioli, ringrazio ancora l'esistenza per l'incontro così ravvicinato e unico. Porto ancora nel cuore il colore lilla del crepuscolo, il silenzio dello sguardo e la sospensione del tempo in una dilatazione che aveva in sè l'adesso e il sempre, il qui e il dovunque. Grazie Vita per la Tua bellezza!"


Enrica Fornaro
Casa degli Amici
casa.amici@gmail.com
www.lacasadegliamici.com

Buona Vita a tutti
Pat Smily :-)

Un sorriso è vita....perché il sorriso fiducioso di un amico ti fa sentire forte come un leone