sabato 22 dicembre 2012

Un nuovo Mondo è possibile

Felice Buongiorno,

cos'è la Musica per te?
Torquato Tasso diceva che la Musica è una delle vie per l'Anima di ritornare al cielo. 
Personalmente la Musica mi allieta le giornate, asseconda i miei umori e mi aiuta ed esprimere le emozioni. Con la Musica piango, rido, sfogo la mia rabbia, gioisco, Amo, rifletto, mi rilasso, ballo, lavoro, gioco.
Ed è proprio alla Musica che oggi vorrei dedicare questo spazio. Una canzone di Luca BAssanese sempre disponibile a lasciare il suo prezioso contributo anche qui su Buona Vita News.

martedì 11 dicembre 2012

Sono

Se potessi vivere di nuovo la mia vita.
Nella prossima cercherei di commettere più errori.
Non cercherei di essere così perfetto, mi rilasserei di più.
Sarei più sciocco di quanto non lo sia già stato,
di fatto prenderei ben poche cose sul serio.

Questa passo è tratto da una poesia di Jorge Luis Borges, considerato uno dei massimi geni letterari del '900. 


"Non cercherei di essere così perfetto" scrive. Noi che siamo figli di una società alla continua ricerca del bello. Noi che non siamo mai contenti di come appariamo. Noi che diventiamo schiavi ricercando una perfezione che non esiste.

E ancora, continua Borges, "Prenderei ben poche cose sul serio" lui che, poco più che cinquantenne, rimane completamente cieco. Lui che nello stesso periodo viene nominato direttore della biblioteca nazionale Argentina e così commenta la sua nomina:  

sabato 1 dicembre 2012

La Vita e l'Amore


Felice Buongiorno, e oggi sono proprio felice di poter pubblicare un articolo scritto da Ilaria sulla Vita e sull'Amore. Due forze a confronto. Due forze che vanno nella stessa direzione e che si stimolano a vicenda: Stamattina chiacchieravo con una mia amica e da lì abbiamo cominciato a parlare dell’Amore e della Vita. Tutto è iniziato da un mio post su facebook: 
Tutti vogliono l’Amore, l’Amore non vuole, l’Amore è” 

domenica 25 novembre 2012

Le barche del cambiamento


Felice Vita
oggi ho il piacere di presentarti il nuovo logo di Buona Vita.
Averlo cambiato è una scelta che può sembrare banale ma per me non lo è certo stato. Il logo che ha inaugurato questo blog nel dicembre del 2010 è una mia creazione anche se si tratta di un elementare disegno su un post-it. Un logo che rappresenta la semplicità e la spontaneità con cui questo blog vuole presentarsi a te che mi stai leggendo.

Potrai ancora vederlo alla pagina Contatti di questo sito.

Qui sopra il nuovo logo. La tecnologia avanza e per rimanere al passo le immagini richiedono un minimo di qualità grafica che un logo disegnato a mano e successivamente scandito non riesce a garantire. E quindi ecco a voi la versione digitale.
Ringrazio innanzitutto la mia amica grafica Cristina che lo ha realizzato.
Come già scritto sopra non è sempre facile cambiare, per quanto banale possa sembrare una scelta. Nel mio caso Cristina ha rivestito un ruolo molto importante. Ha capito la mia difficoltà, ha capito che ero emotivamente coinvolto ed ha trovato il modo per farmi fare il passo.

Come ci è riuscita?

sabato 17 novembre 2012

Essere figli non è affatto facile

Buona Vita, 
forse anche tu come me sei un papà, o forse sei una mamma. 
Oppure di figli non ne hai, ma ne avrai, oppure non ne avrai, ma una cosa è certa: anche tu sei un figlio o una figlia. 
"Essere figli non è affatto facile" ha detto una mia amica. 

Una frase breve ma che mi ha fatto riflettere. Sono arrivato a casa e ho acceso il PC e cosa trovo? Una bellissima poesia di Kahlil Gibran proprio sui figli. 
Ecco come sta nascendo questo nuovo post. Ecco come nasce l'ispirazione. La Vita ci parla e il più delle volte risponde proprio a delle nostre richieste. 

 Ho sempre pensato che essere padre non sia affatto facile. Voglio evitare di commettere gli "errori" che, secondo me, i miei genitori ha fatto con me, e mentre penso questo mi rendo conto che li sto commettendo pure io. Essere genitore non è affatto facile. Ed essere figli?

Ho appena chiesto alle mie figlie se "essere figlie" per loro sia facile. Volete sapere la loro risposta? Zoe, la più grande (13 anni), mi risponde così:

sabato 10 novembre 2012

Il bicchiere è mezzo pieno o mezzo vuoto?

Buongiorno Principessaaaa!  
ve lo ricordate il saluto di Benigni alla sua amata ne "La Vita è Bella"?

Un film capolavoro della cinematografia italiana. Un film sulla seconda guerra mondiale, sulla deportazione degli Ebrei, sull'Amore di un padre verso il proprio figlio e la sua dolce metà. 

Amore che giungerà al culmine quando il padre si sacrificherà per salvare il proprio bimbo.

Ma "La Vita è Bella" è molto di più: lo ritengo un film metafora sulla nostra Vita. Una dimostrazione di come la Vita possa essere vissuta nonostante le sofferenze.

La Vita è Bella narra di una storia semplice, eppure non è facile raccontarla, come in una favola c'è dolore, e come una favola, è piena di meraviglia e di felicità. 

La tua Vita, come la mia Vita, come la Vita di tutti quelli che ci circondano è ben rappresentata dalla frase appena citata.


Se uno ti chiedesse se il bicchiere di fronte a te è mezzo pieno o mezzo vuoto cosa risponderesti?

domenica 28 ottobre 2012

Il tempo presente...un dono che condivido con te

Felice Buongiorno 

ti è mai capitato di dire che non hai tempo, che sei sempre di corsa, che non riesci a gestire al meglio il tuo tempo. 

Ma che cos'è il tempo? 

Ci hanno insegnato che esiste un passato, che esiste un presente e che esiste un futuro. Alle volte mi soffermo a rimuginare sul passato, molto più spesso mi soffermo a pensare su quello che sarà. Poche volte mi soffermo sull'attimo che sto vivendo. 

Hai visto Kung Fu Panda? Po, il panda, è in crisi. Sta mangiando grosse quantità di cibo ripensando a quello che è stato. Alla brutta figura fatta durante la giornata. E pensa a come farà a diventare un grande guerriero. Mille dubbi lo attanagliano, mille paure. La voglia di fermarsi, di arrendersi, di tornare a fare quello che ha sempre fatto perché è un qualcosa di conosciuto. 
Quante volte succede anche a te di pensare: perché cambiare? In fondo quello che conosci sai come gestirlo, anche se non necessariamente a qualcosa che ti dà soddisfazione. 
Po si sta preoccupando troppo di quello che era e di quello che sarà. 
Interviene allora la saggia tartaruga Oogway ricordando al panda un vecchio detto orientale:

sabato 20 ottobre 2012

Malala e il suo coraggio di sognare

Felice Vita Amici, 
in questi giorni si sente spesso parlare di Malala Yousafzai. 
Una ragazza pakistana di 15 anni  che è stata condannata a morte dai Talebani. Malala ha 2 anni in più di Zoe, mia figlia. 
Vivono in due realtà completamente diverse. Zoe ogni mattina si alza e puntualmente alle 8 entra a scuola. Per lei andare a scuola è un diritto e un obbligo. 

Si alza la mattina alle 7 e forse, alle volte, preferirebbe starsene a letto o fare qualcos'altro piuttosto che andare a scuola. Studia, si impegna e prende dei bei voti. Aiuta la sua sorellina più piccola, Tea, nei compiti. Tea ha 9 anni e questa estate spesso mi diceva che non vedeva l'ora che la scuola iniziasse. La voglia di tornare era tanta.
  
Malala invece non vive in Italia. Vive in Pakistan. Uno stato in conflitto: governativi contro talebani. Alcune zone sono state conquistate da questi ultimi. Malala, come Zoe e Tea, si alza ogni mattina, ma a differenza di loro spera di trovare la scuola aperta.

domenica 14 ottobre 2012

Ho-oponopono

Felice buongiorno, 
Ho-oponopono è un'antica tecnica hawaiana diffusa in forme simili in tutto il Pacifico meridionale, tra Samoa, Tahiti e la Nuova Zelanda. 

Letteralmente significa "mettere le cose al posto giusto".

Ci sono poche certezze nella Vita ma sono abbastanza certo che anche tu hai delle cose da mettere a posto e non mi sto riferendo al tuo mutuo, alla macchina da revisionare (a proposito: controlla quando hai fatto l'ultima revisione...potrebbe essere scaduta), al lavoro che non c'è, alla crisi che si fa sempre più sentire. 
Mi sto riferendo a quello che c'è da sistemare ed è dentro di te. 
Quante volte cerchi di risolvere i problemi che ti circondano? Quante volte invece ti guardi dentro e decidi che è ora di cambiare? 

sabato 6 ottobre 2012

In cammino verso noi stessi

Serena Vita Amici
l'Essere umano per sua natura tende a crescere, ad evolvere. Questa è una caratteristica comune ad ogni essere vivente su questa Terra. Penso ad esempio ad un seme lasciato in un vaso di terra in una buia cantina. 
Uno spiraglio di luce filtra da qualche fessura e nonostante il buio, il seme germoglia e cresce,


cresce in direzione di questo unico spiraglio di luce finché non lo raggiunge. 
Le condizioni in cui questo seme vive sono sicuramente sfavorevoli, eppure la Vita tende a svilupparsi.

Abbiamo asfaltato e continuiamo a farlo migliaia di km di strade. Stiamo impermeabilizzando la Terra. La Vita viene imprigionata sotto uno strato di catrame per permetterci di muoverci con comodità e velocità. Ciò nonostante spesso si vedono ciuffi d'erba che sono "evasi" dalla loro prigionia, e con chissà quale energia, riescono a crearsi un varco e a spuntare dove il sole riscalda e dona energia vitale. 

venerdì 28 settembre 2012

L'incoerenza della coerenza

Felice buongiorno,
personalmente sento spesso parlare di coerenza. Ma cos'è questa coerenza? Esiste una coerenza oggettiva oppure, come tante altre qualità / valori dell'essere umano, anche la coerenza è un qualcosa di soggettivo?
Tanto per cominciare mi sono divertito a spulciare le definizioni tra vari dizionari. 


La Treccani scrive: 
la coerenza è "il non essere in contraddizione" oppure "l'essere fedele ai propri principi".
Secondo il Sabatini Colletti la coerenza è "la conformità tra le proprie convinzioni e l'agire pratico".
La parola deriva dal latino cohaerentia, il cui verbo cohaerere significa essere unito, connesso. Ricordati  l'origine di questa parola. Poi ci ritorneremo. 

Quando è che sono veramente coerente? Ho sempre pensato che l'essere coerente significasse mettere in atto ciò in cui si crede e ciò che si professa ma qualche giorno fa mi è accaduto qualcosa che mi ha fatto riflettere. 

mercoledì 19 settembre 2012

Come allenare la Consapevolezza, vivere al meglio e gustarsi il mandarino

Buona Vita Amico/a,

ti è mai capitato di gustarti un buon mandarino?
Pensaci bene. Te lo sei mai gustato veramente?
No, non sono matto...è una domanda seria.
Te lo sei gustato con la consapevolezza di chi sta veramente mangiando un mandarino?

Il solo pensiero a me fa aumentare la salivazione in bocca (questa è la mia consapevolezza del momento). E a te? Fa lo stesso effetto?

Di seguito alcune risposte a queste domande nell'articolo che Claudio, un amico blogger (spero non si offenda se lo chiamo così), si è offerto di scrivere per Buona Vita News.

Buona lettura...e ricordati di essere consapevole mentre lo leggi ;-)

sabato 1 settembre 2012

Piacere, io sono Vita

Felice Vita amici,

in questi giorni stavo riflettendo sulla Vita e sull'aggettivo che amo affiancarci.

Buona Vita

Una persona mi ha fatto notare che scrivo Vita in maiuscolo.

E' vero, lo faccio molto spesso, e se non lo faccio è perché per qualche motivo mi dimentico o gli sto attribuendo un significato diverso da quello per me abituale.

Provo a spiegarmi

Gli altri mi chiamano Patric per attirare la mia attenzione.

Ma chi sono io?

Qualcuno avrebbe risposto: Uno, nessuno e centomila.

Io rispondo: piacere sono Vita

Posso essere Patric per te che mi chiami, posso essere il Sig. Longhi per chi, per motivi di lavoro, mi cerca al telefono, posso essere Papriko se indosso il naso rosso, posso essere un amico, un compagno, un impiegato, un clown, un viandante, un padre, un figlio. Posso essere molte cose, ma lo sono per gli altri.

Chi sono io per me?

domenica 29 luglio 2012

Sei una persona intelligente? Scegli la felicità

Felice buongiorno amici,
vorrei ritornare su un argomento che mi sta particolarmente a cuore e di cui ho più volte scritto: La Felicità.

Ne avevo già parlato nel post Libere parole sulla Felicità. Un argomento che piace visto che è il terzo post più letto di Buona Vita.

Iniziamo però da un altro concetto: l'intelligenza. Come viene valutata oggi giorno la nostra intelligenza? Possiamo ad esempio essere sottoposti a dei test per calcolare il nostro quoziente intellettivo. A scuola un bambino viene ritenuto intelligente se ha il massimo dei voti in matematica, una persona viene ritenuta intelligente se utilizza un ricco vocabolario, una persona viene ritenuta intelligente se non sbaglia i congiuntivi (come invece succede spesso a me :-), una persona è considerata intelligente se ti dice al volo che la radice quadrata di 1681 è 41.
Alcuni sono considerati dei geni perché hanno doti che nessun altro uomo, o solo alcuni, hanno.
Se poi andiamo a visitare le case di cura mentale ci accorgiamo che molti pazienti hanno le caratteristiche sopra esposte.


lunedì 9 luglio 2012

La gentilezza contagiosa


Buona Vita Amici,

chi è Gentile? Alcuni di voi penseranno a Claudio Gentile, difficilmente i giovanissimi lettori di questo blog, calciatore che tra i vari titoli vinse la Coppa del Mondo di calcio nel 1982.

Gentile è colui che tratta gli altri con delicatezza, chi si dimostra premuroso e attento nei confronti del prossimo. 
La gentilezza è un modo di Essere. Chi è gentile è gentile per sua natura. Ti dona le sue carezze senza aspettarsi nulla in cambio. 

giovedì 21 giugno 2012

In bocca al Lupo - Viva il Lupo


Buon 21 giugno e buona estate amici, 

oggi infatti è il primo giorno di questa estate 2012 e con l'occasione cambio di look anche per il blog. 
Un po' troppo caldo per i miei gusti e un bel tuffo in mare sarebbe un bel tocca sana. 


A quanti di voi piacciono gli animali? Immagino alla maggior parte di voi. Cani, gatti, cavalli, uccelli, tartarughe, tutti animali che in qualche modo addomestichiamo e ci teniamo in casa o nelle vicinanze (penso al cavallo). 
Ma di animali ce ne sono molti altri, animali che non godono sempre della nostra simpatia o se anche ci fossero simpatici, ci auguriamo di non trovarceli di fronte. Penso ad esempio allo squalo, al leone, all'orso, al cinghiale. 

Un animale che un mio amico mi ha recentemente fatto vedere sotto un'altra prospettiva è il Lupo. 

giovedì 14 giugno 2012

Irena Sendler - Il coraggio di una donna straordinariamente "comune"

Felice giornata Amici,

oggi vi volevo raccontare la storia di una signora di nome Irena Sendler.
Una signora dal viso simpatico, un dolce sorriso e due occhi che a me trasmettono serenità e pace.
Irena è nata nel 1910, in Polonia. Suo padre era un medico e morì di tifo nel 1917 contraendo la malattia mentre assisteva ammalati ebrei che altri suoi colleghi si erano rifiutati di curare.
I responsabili della comunità ebraica di Varsavia decisero di pagare gli studi ad Irena in segno di riconoscenza nei confronti del padre. Si creò quindi un forte legame tra la cattolica Irena e il popolo ebreo, legame che la vide in prima linea, durante gli studi universitari, nella protesta contro la ghettizzazione degli ebrei di Varsavia. Questo le costò la sospensione dall'università per 3 anni. Riuscì comunque a laurearsi e iniziò a lavorare come assistente sociale.

mercoledì 30 maggio 2012

Non avere paura del buio. Ti aiuterà a trovare la Luce

Felice giornata Amici,

Durante la mia Vita mi è capitato spesso di sentirmi perso. Mi dimentico chi "Io sono" e quale direzione dare al mio cammino.
La Vita ci mette spesso alla prova, prove che ci vengono offerte per una ragione ben precisa: indicarci la strada.

La strada per il nostro evolvere, come esseri umani e come esseri speciali, Anime che dalla notte dei tempi risplendono e donano luce.

La sofferenza alle volte m'incontra quando meno me lo aspetto e può far molto male. Un dolore che sembra non alleviarsi mai, ma il mai, come il sempre non esistono. Tutto evolve, tutto cambia e con il senno di poi, se guardo il sentiero su cui ho camminato finora, mi rendo conto che di prove ne ho superate molte. Sofferenza ne ho vissuta molta, ma sono ancora qua, VIVO, con una consapevolezza via via maggiore, e la voglia di continuare il cammino, nonostante le tempeste.

Tempeste che sembrano sempre più intense, tempeste che mi fanno barcollare, che alle volte mi sollevano da terra e mi fanno atterrare in posti sconosciuti, lontano dal sentiero che stavo seguendo. Mi fermo, mi guardo dentro e mi sento perso.

Dove sono? Chi sono? 

mercoledì 23 maggio 2012

Dall'ondeggiante oceano la folla

Buona Vita Amici, 

un mio caro Amico mi ha fatto conoscere questa poesia di Walt Whitman. Un regalo inaspettato. E' sempre esistita ma non l'ho mai ricercata, finché lei non mi ha trovata.
La dono a voi, che la conosciate o meno. In segno di Amore, quell'amore che ci circonda, quell'Amore che è fuori e dentro di noi. Un po' come l'aria. La puoi solo respirare ma non la puoi trattenere. Se la trattieni prima o poi soffocherai. Se la lasci andare, potrai assaporarla, respiro dopo respiro.

Dall'ondeggiante oceano la folla 

Dall'ondeggiante oceano, la folla, venne teneramente a me una goccia,
mormorando
Io ti amo, tra non molto morirò
ho fatto un lungo viaggio solo per guardati, toccarti,
perché non potevo morire sinché non ti avessi parlato,
perché temevo di poterti poi perdere.


Ora ci siamo incontrati, ci siamo guardati, siamo salvi,
ritorna in pace all'oceano mio amore,
anch'io sono parte di quell'oceano amore, non siamo così
separati,
considera il grande globo, la coesione del tutto, quanto è
perfetta!


Ma per me, per te, il mare irresistibile deve separarci,
e se per un'ora ci tiene lontani, non potrà tenerci lontani per
sempre;
non essere impaziente - un istante - sappi che io saluto
l'aria, l'oceano e la terra,
ogni giorno al tramonto per amor tuo,
amore.

Walt Whitman

Ognuno di noi interpreta a modo suo quello che legge. In base al suo sentire, in base al suo vissuto, in base all'umore, in base alla situazione, in base al dove, al come, al quando.
Sarebbe bello se ognuno di voi, dopo aver letto questa poesia, chiudesse gli occhi e si ascoltasse.
Che immagine vi appare? Quali suoni vi evoca? Che sensazioni vi sta trasmettendo? Ha forse un gusto questa poesia?

Se ne avrete voglia commentate questo post rispondendo anche ad una sola delle domande.

Buona Vita Amici
Un sorriso è Vita...un sorriso sprigiona emozioni...come una poesia silenziosa

giovedì 17 maggio 2012

Laura Lota: la mia Vita ed il mio Blog Dedicato agli Animali

Felice giornata Amici,
oggi vi voglio presentare un'amica. Si chiama Laura. Ci siamo conosciuti un po' di tempo fa e Laura ha voluto parlare del nostro incontro proprio nel suo blog Animal Vibe.
Laura ha trovato uno scopo nella sua Vita. Quello di promuovere l'Amore e il rispetto verso qualsiasi essere vivente, concentrandosi proprio sulla categorie più "debole" ovvero quella che noi umani chiamiamo "animale".

Di seguito pubblico un articolo tratto da Vita Libera in cui Laura si racconta. Ringrazio Ida (amministratrice del sito di Vita Libera) perché tramite lei ho avuto modo di conoscere il blog di Laura prima e Laura in persona poi.

mercoledì 9 maggio 2012

La macchina si è inceppata ma non per tutti: Testimonianza di uno scugnizzo


Felice giornata Amici, 

in questo periodo non è sempre facile parlare di lavoro. Stiamo vivendo un periodo particolare, fatto di molte rinunce. Viviamo in una società in cui si punta molto al benessere esteriore e alle comodità. Per molti le comodità a cui eravamo abituati sono diventate un miraggio, per altri, purtroppo, la situazione è addirittura tracollata a tal punto che ci sono persone che si tolgono la Vita perché oberati dai debiti o perché non riescono a sfamare la propria famiglia. E' un sistema malato che sta mostrando tutta la sua debolezza. Finché tutti gli ingranaggi girano siamo tutti contenti, ma questi ingranaggi hanno iniziato a girare un po' troppo velocemente, forse per l'avidità che questo sistema ci propone. Abbiamo 80 ma possiamo sicuramente arrivare anche a 100. Una volta a 100 possiamo arrivare a 200, e così via. 

Pochi si fermano a pensare da dove arriva tutto questo surplus. 

mercoledì 2 maggio 2012

Fiamma, Diamantino e il vento nei capelli

Felice Buongiorno Amici, 

la Vita è fatta di incontri. Alcuni passano del tutto inosservati, altri ti lasciano il segno.
Alcuni incontri ti cambiano la Vita: può essere l'amore della tua Vita, può essere un donatore di un organo o del midollo osseo, può essere un dottore che si rende disponibile a operare chi nel suo paese non ha diritto alcuno di essere operato, può essere l'incontro con quello che diventerà il tuo Amico o la tua Amica per la pelle, ma la lista di incontri è pressoché senza limiti.
Ed è proprio la storia di un'Amica, Elisa, che voglio condividere con te che mi stai leggendo.

mercoledì 25 aprile 2012

Donne Clowns & Donne in Burka

Foto di Italo Bertolasi - Gin Gin e una donna in Burka
Buona Vita Amici,

pubblichiamo oggi un articolo di Italo Bertolasi, scrittore, giornalista, fotografo, bodyworker, viaggiatore, insegnante di Water Shiatsu - Watsu.
L'articolo che ci ha gentilmente concesso di pubblicare sul nostro sito ha qualche anno ma è più che mai attuale.

Parla di donne che portano il sorriso a donne che il sorriso non lo possono nemmeno mostrare. Parla di donne che portano un messaggio di pace in un mondo di uomini che giocano a fare la guerra. Parla di donne forti che sfidano leggi assurde a rischio della propria Vita. Parla di donne che crescono figli che portano i segni di una guerra assurda. Donne che vorrebbero crescere figli che non ci sono più. Donne che sognano la Pace e che portano un messaggio di Amicizia, di Gioia, di Amore come solo loro sanno fare.

venerdì 20 aprile 2012

Il coraggio di seguire i propri sogni

Buona Vita Amici, 
qualche giorno fa mi ha scritto un'amica. Era da un po' che non la sentivo. E' stata una piacevole sorpresa trovare la sua mail tra la posta in arrivo. Federica condivide nel suo messaggio un pezzettino importante della sua Vita. Sicuramente un esempio di Buona Vita.


Una scelta che va oltre la razionalità. Federica ha deciso di seguire i suoi sogni e di trasformarli in progetti. Grazie di aver voluto condividere questo tuo racconto con tutti noi:  

Ciao Patric! Oggi desidero condividerti qualcosa di grande che è accaduto nella mia vita capovolgendola completamente e facendomi ritrovare un sorriso che non è più solo del mio volto ma anche un immenso, infinito, sorriso del mio cuore.
Tre settimane fa la mia vita ha subito un cambiamento forte, per l'appunto.Le mie gambe hanno perso la 'forza' per sostenermi. Per una notte e quasi un giorno non mi hanno più retto. Son entrate in sciopero. Quel giorno lo ricordo bene.

giovedì 12 aprile 2012

Prendersi cura

Buona Vita Amici
oggi pubblico un post inviatomi da una cara amica: Elena Pettinà 
Griffy il Bottaio
Il bottaio dovrebbe conoscere tutto delle botti.Ma io conoscevo allo stesso modo la vita,e tu che indugi tra queste tombepensi di conoscere la vita.Credi che il tuo sguardocomprenda un ampio orizzonte, forse,in verita' stai solo girando intornoall'interno della tua botte.Non puoi tirarti su fin al bordoe vedere all'esterno il mondo delle cose,e nello stesso momento vedere te stesso -tabu' e regole e apparenze,sono queste le doghe della tua botte.Spezzale e dissolvi la magiadi credere che la tua botte sia la vita!E di conoscere la vita!
Anni fa, alle superiori, una prof ci fece conoscere questa poesia di E.L.Masters.
Allora ero timidissima, insicura e cercavo in tutti modi di rendermi invisibile. Per me parlare era un vero supplizio, parlare di me ancora peggio. In quella occasione per la prima volta riuscii a spiegare qualcosa di me stessa.

mercoledì 4 aprile 2012

A Mario: la quercia e le sue due ghiande

Buona Vita Mario,
questo post lo dedico a te. Ci hai accolto nella tua stanza come una quercia accoglie chiunque passi sotto i suoi rami.
La tua prima preoccupazione è stata per il tuo compagno di stanza. Stava dormendo e ci hai fatto segno di non parlare troppo forte.


Ci hai subito deliziato con i tuoi racconti di anni in cui la maggior parte di noi clown, presenti nella stanza, doveva ancora nascere. Degli incontri con grandi politici, del tuo periodo nella casa natale di Gabriele D'Annunzio.

Ci hai raccontato del tuo amore per la Poesia italiana e i suoi magnifici poeti. Ci hai letto una poesia dal libro di Quasimodo che era appoggiato sul tuo comodino.
E poi ci hai sorpreso tutti quando, dal tuo armadio, hai preso le tue poesie. Quelle che hai scritto di tuo pugno, anzi, con la macchina da scrivere.

mercoledì 28 marzo 2012

L'umiltà e la Tripla A


Buona Vita Amici, 

Don Giuseppe Stoppiglia l'ho incontrato per la prima volta alla Marcia per i bambini di strada organizzata dall'associazione Macondo. E' una di quelle persone che la guardi negli occhi e ti cattura. I suoi occhi parlano molto più di quanto possa fare la bocca, e le sue azioni rimangono scolpite nella Vita di molte persone, molto più di quanto queste parole rimarranno impresse sulla carta o nella memoria dei vostri PC. 

Io non sono una persona religiosa, ma ho fede nell'uomo in quanto parte di Dio. Un Dio che non ha bisogno di avere un nome perché, forse, sa benissimo che se io lo chiamo Allah e lui lo chiama Padre Eterno, prima o poi, qualcuno vuole averla vinta sull'altro. Ho fede che la nostra società possa cambiare, a partire da me, e fare della tripla A un simbolo di pace. Sugli annunci economici si legge spesso A.A.A. Cercasi. In questo caso non è un annuncio economico ma un annuncio di Pace: A come Accettare, A come Accogliere, A come Amare.

giovedì 15 marzo 2012

L'importanza di agire

Buona Vita Amici
oggi vi pubblico un post inviatomi da Stefano Mini. 
“La vita ha questo di strano, che se non vuoi accettare nient’altro che il meglio, molto spesso riesci a procurartelo.” 
W. Somerset Maugham 

La vita vale la pena di essere vissuta. Veramente, ma non me ne sono accorto che un paio di anni fa. Ero inchiodato alla mia piccola mentalità, mi scontravo con i problemi di ogni giorno, strillavo contro il TG. A un certo punto mi sono chiesto: perché? Perché devo seguire i TG? Perché devo ingurgitare la mia dose quotidiana di malessere parlando di politica? Perché devo sempre cercare i problemi? Non me lo impone nessuno. E così ho smesso.


Niente più TG, niente più politica, niente più ingigantire i piccoli problemi.

giovedì 8 marzo 2012

Trovato il donatore per Alessia

foto tratta da Il Giornale di
Vicenza del 5 marzo 2012
Buona Vita Amici :-)

Oggi è davvero una giornata speciale che voglio condividere con tutti voi. 
L'ultimo post scritto era intitolato Io ho un sogno... Vi starete chiedendo perché lo cito di nuovo.
Vi ricordate di Alessia? Il suo più grande sogno era quello di diventare grande.


Ha compiuto 9 anni il 13 gennaio. E' stato uno dei pochi giorni trascorsi nella sua cameretta negli ultimi mesi.
Il resto del tempo lo ha trascorso tra l'ospedale di Thiene (VI) e quello di Padova per curare la leucemia che l'ha colpita. 
Ieri l'annuncio, confermato oggi, che è stato trovato un donatore compatibile. 


venerdì 2 marzo 2012

Io ho un sogno...

Buona Vita Amici,
Se ci fosse un momento per osare, per fare la differenza, 
per iniziare qualcosa che vale la pena fare, è adesso.
Non per una grande causa, ma per qualcosa che accende il tuo cuore, per qualcosa che è d’autentica ispirazione, per un tuo sogno.
Lo devi a te stesso, per rendere speciale ogni tuo giorno sulla terra.
Divertiti. Scava in profondità e riemergi. Respira la vita. Vivi i tuoi sogni!

Stephen Littleword

Tu credi nei tuoi sogni? Pensi di riuscire a realizzarli? Cosa stai facendo per riuscirci? Quanto coraggio hai per osare nella vita e riuscire a fare la differenza? Pensi di essere solo a pensarla in un certo modo?
No, stai tranquillo. Sei in buona compagnia:

venerdì 24 febbraio 2012

M'Illumino di Meno 2012

Buona Vita Amici
molti di voi avranno sicuramente sentito parlare dell'evento M'Illumino di Meno, ormai celebre campagna radiofonica sul risparmio energetico organizzata dal programma radiofonico Caterpillar che va in onda su Radio 2. 


Un evento che coinvolge migliaia di persone ascoltatrici di Caterpillar ma non solo. Aderiscono all'iniziativa comuni di tutta Italia, aziende, parrocchie, scuole e molti altri. 
Durante la giornata di M'Illumino di meno viene chiesto a tutti di sperimentare attività che non ci sono consuete ma che se lo fossero porterebbero ad un notevole risparmio energetico, come ad esempio: 


- sostituire la macchina con una bella bicicletta nel tragitto da casa al lavoro
- consumare tutto il cibo nel piatto, imparando a cucinarsi o a prendersi, se ci troviamo ad esempio nella mensa aziendale, la giusta dose
- scollegare le luci in eccesso a casa o al posto di lavoro. Nel nostro ufficio ad esempio di sono 20 neon per 4 persone. Ne abbiamo disattivati 10 e non ci crederete ma ci si vede benissimo lo stesso :-)

giovedì 16 febbraio 2012

Foglie al vento


Buona Vita Amici
ogni persona che conosciamo nella nostra Vita è una foglia che arricchisce il nostro albero.
Molte di esse si perderanno con la prima folata di vento, altre invece non si staccheranno fino alla fine.
Le foglie che non si staccheranno mai, alimenteranno il nostro albero per tutta la vita.


Più foglie riusciremo ad alimentare e più alimento per noi stessi avremo, perché ogni foglia costituisce una fonte di condivisione e di scambio reciproco che non ha prezzo e che rappresenta un'origine inesauribile di energia.

venerdì 10 febbraio 2012

I due ceppi di legno

Buona Vita Amici,

in questi giorni nevica in mezza Italia e dove non nevica fa tanto freddo. Un freddo che mi prende le mani e i piedi e avrei tanta voglia di un bel caminetto acceso ma ahimè il caminetto non ce l'ho.
Chi il caminetto ce l'ha è Loretta e di seguito una sua preziosa riflessione:


Ho acceso il camino giù in taverna, in questa giornata grigia avevo voglia di calore!
Poco fa, mentre guardavo i ceppi che pian piano prendevano fuoco, ho avuto una intuizione.....
Avevo messo due pezzi di legno, uno sopra l'altro, ma siccome avevano dei rami e delle protuberanze, essi non si appoggiavano l'uno all'altro, ma rimanevano discosti, sebbene in parecchi punti trovassero contatto!
Cercavo di avvicinarli il più possibile, ma quegli spezzoni di ramo che uscivano dal tronco non permettevano la vicinanza che avrei voluto. Mi sembrava che quel vuoto tra loro fosse dispersivo...
Ho acceso il fuoco.

domenica 5 febbraio 2012

Rivoluzioniamoci con il Gioco

Buona Vita Amici
qualche mese fa nel post Il Miraggio della Fantasia si è affrontato il tema dell'immaginazione usata dai bambini e la loro irrefrenabile determinazione nell'ottenere ciò che vogliono.
La fantasia è senza dubbio uno strumento potentissimo che ognuno di noi possiede anche se sempre più spesso sento persone che sostengono di non averne.

Se ci pensiamo bene, in realtà, la fantasia la usiamo tutti i giorni, quasi costantemente. Un esempio banalissimo è quando pensiamo ad un appuntamento: ci immaginiamo sempre come sarà il posto, le persone che incontreremo se non le conosciamo, se saremo a nostro agio o meno e molto altro ancora.

Un bambino utilizza la sua innata fantasia per ottenere con determinazione ciò che vuole.
Perché non lasciare libero sfogo a questa determinazione? Sempre più spesso invece, se ci pensate bene, tendiamo a spegnerla e a cercare di limitare la fantasia dei nostri bambini.
Mandiamo i nostri figli a scuola dove imparano a leggere, a scrivere, a contare, a fare operazioni. Imparano qual è la capitale del Brasile (voi ve lo ricordate?), imparano quante rette passano per un punto su un piano (ve lo ricordate?) imparano che l’Italia si è unificata nel ….?

lunedì 30 gennaio 2012

Quando ti senti triste fai qualcosa con le mani

Buona Vita Amici
quante volte nella nostra Vita abbiamo ringraziato i nostri piedi?
Sono il primo a confessare che l'ho fatto molto poco. Qualcuno di voi probabilmente non l'avrà mai fatto e si chiederà perché mai dovrebbe ringraziarli: se ci pensiamo bene i nostri piedi sorreggono il peso del nostro corpo tutto il giorno. Ci portano ovunque noi vogliamo. Ci permettono di giocare, fare sport, salire e scendere e molto altro ancora.

E le mani? Quante cose ci permettono di fare le nostre mani? Mangiare, bere, scrivere, giocare, accarezzare, toccare, spostare, prendere, spingere, fare gesti più o meno carini, percepire, tranquillizzarci, difenderci, stringere, disegnare e infinite altre azioni.

Ringraziare le varie parti del nostro corpo per quello che fanno è un modo per dirci che ci vogliamo bene. Mani e piedi sono due estremità del nostro corpo, ma ci sono anche un naso, una bocca, 2 orecchie, 2 occhi, più di 640 muscoli, 206 ossa, un infinità di cellule.
Il tutto lavora in perfetta armonia per noi.

Per il nostro Essere e il nostro benessere.


sabato 28 gennaio 2012

I colori dell'Anima

La mia anima è una tavolozza piena di colori
Colori che mischiandosi ne creano di nuovi
Infinite sfumature, tutte da scoprire e riscoprire.
Il mio corpo non è che un semplice pennello
che attinge alla tavolozza dell'anima
per colorare il quadro della Vita


by Pat Smily
Un sorriso è Vita


domenica 22 gennaio 2012

Gli animali ci amano per quello che siamo

Buona Vita amici,
oggi postiamo un articolo tratto da Animal Vibe e scritto dalla nostra nuova amica Lota:
"Nel web ho trovato questo articolo che per me è bellissimo e voglio condividerlo con te. L’autore parla della purezza delle emozioni degli animali e le paragona alle emozioni delle persone autistiche. Gli animali infatti non hanno contraddizioni nei loro sentimenti, non hanno rapporti di amore-odio fra loro o con le persone ed è proprio per questo che noi umani amiamo gli animali: per la loro lealtà e la loro coerenza. 


           Gli animali ci amano per quello che siamo.
L’autore dell’articolo paragona gli animali alle persone autistiche perchè anche loro non nascondono i sentimenti, anzi li manifestano in modo diretto. Aggiunge inoltre che i bambini sono molto simili agli animali ed alle persone autistiche perchè sono semplici e leali.
Mi ha colpito molto una frase che tradotta in italiano recita più o meno così: “A sette anni il bambino, o la bambina, corre verso il papà per salutarlo quando questo torna dal lavoro, allo stesso modo di un cane. Penso che gli animali ed i bambini, così come le persone autistiche, hanno emozioni più semplici perché il loro cervello ha minori capacità di fare collegamenti”.
Un bambino può essere infuriato con la mamma o il papà per un attimo e poco dopo dimenticare completamente; i bambini infatti hanno la capacità di vivere il momento presente.
Due cani che vivono nella stessa casa possono affrontarsi ringhiando per un attimo, per poi tornare ad essere i migliori amici. Noi invece abbiamo bisogno di tempo per superare la rabbia, perchè i nostri lobi frontali sono altamente sviluppati e tendono a collegare ogni cosa.. ed è proprio perchè gli animali hanno i lobi frontali meno sviluppati che abbiamo il dovere di proteggerli!
Se mi fermo un attimo a riflettere, mi rendo conto che fra le persone che conosco, quelle che hanno maggiore sensibilità e rispetto sia per la natura che per gli animali e gli umani, sono quelle che sono riuscite a mantenere vivo il bambino che c’è in loro. Sono le persone più semplici, più affettuose e che si impegnano di più nel mostrarsi per quello che sono realmente. Posso anche aggiungere che sono quelle più disposte a superare le paure ed a mettersi in gioco.
 
Lota
 Leggendo questo articolo mi è subito venuta in mente l'immagine del mio gatto Miki. Lui non c'è più da diversi anni, ma mi ha accompagnato per tutta la mia infanzia e non solo. E' morto che aveva 18 anni, e per un gatto non sono proprio pochi. Dormivamo insieme tutte le notti. Ho ancora chiarissima la sensazione di quando saltava sul letto e sprofondava nel piumone. Mi si avvicinava annusandomi il viso e con la zampetta mi faceva segno che voleva infilarsi sotto le coperte. Si stendeva lungo il mio corpo con il musetto appoggiato sulla mia spalla e così ci addormentavamo insieme.
Quando tornavo a casa da scuola lui, il più delle volte, mi aspettava sul davanzale della mia finestra e io mi chiedevo come facesse a sapere che era l'ora del mio rientro. Da scuola tornavo a piedi, in mezzo ai campi e lo vedevo in lontananza. Appena ero vicino a casa lui saltava giù dal davanzale, attraversava tutto l'appartamento e mi aspettava davanti alla porta. Correva incontro solo a me. Si era creato un legame speciale. Se ero triste lui arrivava e mi faceva le fusa leccandomi la mano. Se ero allegro arrivava per giocare insieme. E' morto un paio di giorni prima che io partissi per un viaggio che mi avrebbe tenuto lontano da casa diversi mesi. Come se lui sapesse. Mi ha fatto questo ultimo dono, ti potergli dire addio e ringraziarlo di avermi accompagnato nel mio viaggio verso la maturità.

Ora c'è Torroncina. Una bellissima gatta con i riflessi color salmone. Ha quattro anni è sta crescendo assieme a Zoe e Tea, le mie bimbe. Spero possano comprendere l'importanza di un animale al loro fianco, e se non lo capiscono ora lo capiranno quando saranno più grandi, come è successo a me. E qui cito di nuovo Lota quando scrive che "avere un animale in casa non è solo gioia ma anche responsabilità...si cerca di educare i bambini ad un rapporto sano con gli animali domestici; in questo modo il bambino imparerà a gestire i propri stati d'animo, traendone dei vantaggi sia psicologici che fisici. Prendersi cura di un animale ci aiuta a distrarci dai nostri problemi e, diventando disponibili verso un animale, si impara a diventarlo anche con gli altri. I bambini che stanno a contatto con gli animali imparano a comunicare in modo migliore, attraverso l'espressione delle loro emozioni". 

Buona Vita Amici
Patric
Un sorriso è Vita...è se sorridiamo ad un animale stiamo sorridendo al bambino o alla bambina che è in noi

domenica 15 gennaio 2012

La Pace incomincia da Noi


Buona Vita Amici, 
in questi ultimi mesi si fa un gran parlare di sacrifici. Sacrifici per rimettere in sesto le casse dello stato che dovrebbero quindi piangere un po' di meno ma, volenti o nolenti, saranno proprio le nostre casse personali a piangere un po' di più.


Non è mio interesse aprire un dibattito sulle finanze dell'Italia, né su cosa abbia causato questo dissesto, né sulle soluzioni possibili. 
Quello su cui vi invito a riflettere è solo una spesa del bilancio dello Stato: la spesa per la difesa. 

Da un lato nel 2010 in Italia abbiamo speso 27 miliardi di Euro, pari ad una finanziaria degna di tutto rispetto (e questa spesa si ripete miliardo in più, miliardo in meno, di anno in anno), dall'altro lato la costituzione italiana all'art. 11 così recita:  

L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali...
Ci servono quindi veramente 27 miliardi di Euro all'anno per mantenere il nostro sistema che dovrebbe essere solo difensivo? O ci servono forse per finanziare le guerre in Afghanistan e di recente in Libia? 

domenica 8 gennaio 2012

Amare Se Stessi

Buona Vita Amici,
oggi vogliamo condividere con voi un post della nostra nuova Amica Ida che gestisce il blog Vita Libera e che caldamente vi invito a visitare e seguire.
Non aggiungo altro e vi lascio alla lettura di questo articolo sull'Amore. L'Amore verso noi stessi.
L’amore per se stessi è una cosa che sta a cuore a tanta gente forse perché alcune persone nel proprio inconscio sentono che molti dei loro problemi derivano dal fatto che non si amano abbastanza.

E’ vero, quando sentiamo di avere dei problemi, soprattutto nelle relazioni con gli altri, quando ci sentiamo incompresi, isolati, bloccati o abbiamo paura di mostrare la nostra vera natura è perché abbiamo in realtà un unico e grande problema: non ci amiamo. 

martedì 3 gennaio 2012

Il sorriso di Alessia e la sua voglia di diventare grande

Alessia con il campione di motociclismo
Dovizioso (Foto tratta dal Giornale di
Vicenza del 11/12/2011)
Buona Vita amici,

di seguito vi raccontiamo una storia che ha dell'incredibile. Una esempio più unico che raro di Buona Vita. Una storia che al momento non ha ancora un lieto fine ma che potrebbe averne ben 500. 500 come il numero di nuovi donatori di midollo osseo che in un'unica giornata hanno effettuato il prelievo di sangue per salvare la piccola Alessia. Una delle campagne dell'ADMO sostiene che in un anno è possibile arrivare a 11.000 nuovi donatori. Il 17 dicembre, solo a Santorso (VI), nell'arco di 4 ore, si sono presentati 500 nuovi donatori. Di seguito la storia di Alessia raccontata da Marika: