venerdì 24 febbraio 2012

M'Illumino di Meno 2012

Buona Vita Amici
molti di voi avranno sicuramente sentito parlare dell'evento M'Illumino di Meno, ormai celebre campagna radiofonica sul risparmio energetico organizzata dal programma radiofonico Caterpillar che va in onda su Radio 2. 


Un evento che coinvolge migliaia di persone ascoltatrici di Caterpillar ma non solo. Aderiscono all'iniziativa comuni di tutta Italia, aziende, parrocchie, scuole e molti altri. 
Durante la giornata di M'Illumino di meno viene chiesto a tutti di sperimentare attività che non ci sono consuete ma che se lo fossero porterebbero ad un notevole risparmio energetico, come ad esempio: 


- sostituire la macchina con una bella bicicletta nel tragitto da casa al lavoro
- consumare tutto il cibo nel piatto, imparando a cucinarsi o a prendersi, se ci troviamo ad esempio nella mensa aziendale, la giusta dose
- scollegare le luci in eccesso a casa o al posto di lavoro. Nel nostro ufficio ad esempio di sono 20 neon per 4 persone. Ne abbiamo disattivati 10 e non ci crederete ma ci si vede benissimo lo stesso :-)

giovedì 16 febbraio 2012

Foglie al vento


Buona Vita Amici
ogni persona che conosciamo nella nostra Vita è una foglia che arricchisce il nostro albero.
Molte di esse si perderanno con la prima folata di vento, altre invece non si staccheranno fino alla fine.
Le foglie che non si staccheranno mai, alimenteranno il nostro albero per tutta la vita.


Più foglie riusciremo ad alimentare e più alimento per noi stessi avremo, perché ogni foglia costituisce una fonte di condivisione e di scambio reciproco che non ha prezzo e che rappresenta un'origine inesauribile di energia.

venerdì 10 febbraio 2012

I due ceppi di legno

Buona Vita Amici,

in questi giorni nevica in mezza Italia e dove non nevica fa tanto freddo. Un freddo che mi prende le mani e i piedi e avrei tanta voglia di un bel caminetto acceso ma ahimè il caminetto non ce l'ho.
Chi il caminetto ce l'ha è Loretta e di seguito una sua preziosa riflessione:


Ho acceso il camino giù in taverna, in questa giornata grigia avevo voglia di calore!
Poco fa, mentre guardavo i ceppi che pian piano prendevano fuoco, ho avuto una intuizione.....
Avevo messo due pezzi di legno, uno sopra l'altro, ma siccome avevano dei rami e delle protuberanze, essi non si appoggiavano l'uno all'altro, ma rimanevano discosti, sebbene in parecchi punti trovassero contatto!
Cercavo di avvicinarli il più possibile, ma quegli spezzoni di ramo che uscivano dal tronco non permettevano la vicinanza che avrei voluto. Mi sembrava che quel vuoto tra loro fosse dispersivo...
Ho acceso il fuoco.

domenica 5 febbraio 2012

Rivoluzioniamoci con il Gioco

Buona Vita Amici
qualche mese fa nel post Il Miraggio della Fantasia si è affrontato il tema dell'immaginazione usata dai bambini e la loro irrefrenabile determinazione nell'ottenere ciò che vogliono.
La fantasia è senza dubbio uno strumento potentissimo che ognuno di noi possiede anche se sempre più spesso sento persone che sostengono di non averne.

Se ci pensiamo bene, in realtà, la fantasia la usiamo tutti i giorni, quasi costantemente. Un esempio banalissimo è quando pensiamo ad un appuntamento: ci immaginiamo sempre come sarà il posto, le persone che incontreremo se non le conosciamo, se saremo a nostro agio o meno e molto altro ancora.

Un bambino utilizza la sua innata fantasia per ottenere con determinazione ciò che vuole.
Perché non lasciare libero sfogo a questa determinazione? Sempre più spesso invece, se ci pensate bene, tendiamo a spegnerla e a cercare di limitare la fantasia dei nostri bambini.
Mandiamo i nostri figli a scuola dove imparano a leggere, a scrivere, a contare, a fare operazioni. Imparano qual è la capitale del Brasile (voi ve lo ricordate?), imparano quante rette passano per un punto su un piano (ve lo ricordate?) imparano che l’Italia si è unificata nel ….?