giovedì 21 giugno 2012

In bocca al Lupo - Viva il Lupo


Buon 21 giugno e buona estate amici, 

oggi infatti è il primo giorno di questa estate 2012 e con l'occasione cambio di look anche per il blog. 
Un po' troppo caldo per i miei gusti e un bel tuffo in mare sarebbe un bel tocca sana. 


A quanti di voi piacciono gli animali? Immagino alla maggior parte di voi. Cani, gatti, cavalli, uccelli, tartarughe, tutti animali che in qualche modo addomestichiamo e ci teniamo in casa o nelle vicinanze (penso al cavallo). 
Ma di animali ce ne sono molti altri, animali che non godono sempre della nostra simpatia o se anche ci fossero simpatici, ci auguriamo di non trovarceli di fronte. Penso ad esempio allo squalo, al leone, all'orso, al cinghiale. 

Un animale che un mio amico mi ha recentemente fatto vedere sotto un'altra prospettiva è il Lupo. 

Sicuramente anche lui non gode della simpatia di molti di noi. Non bastasse questo, qualcuno si è pure invitato l'augurio scaramantico, che solitamente viene utilizzato quando qualcuno è in procinto di affrontare un prova particolarmente difficile, "In bocca al lupo" "Crepi il lupo"

Vi domando? Perché mai dovremmo ogni volta ammazzarlo questo povero lupo?  
In effetti il Lupo non viene ammazzato solo figurativamente parlando, ma se consideriamo che fino a 100 anni fa era uno dei mammiferi più diffusi, non ha certo subito una sorte migliore nella vita reale. 

Qualcuno ha scritto parlando del lupo:
...la sorte di questo carnivoro era comunque già segnata; la riduzione delle foreste, la scomparsa dei grossi erbivori e l'aumento della popolazione umana non gli avrebbero lasciato molto spazio...
Per evitarne l'estinzione, nel 1971, in Italia, venne approvata una legge che ne vietava la caccia e l'avvelenamento. Nel 1975 in Italia risultavano presenti solo 100/120 esemplari, tutti nell'Appennino centro meridionale. Oggi si parla di una popolazione di circa 500/600 animali con la novità che sono ritornati a popolare anche le Alpi. 

Sicuramente un segnale incoraggiante e per chi il lupo lo teme, sappiate che è un animale notturno. Di giorno si riposa o gioca e caccia solo di notte. Per lo più animali di medio / piccola taglia. Se vi vede scappa, ma se lo trovate di notte siate pronti ad arrampicarvi su qualche albero. In fondo ha qualche credito da riscuotere da noi essere umani che in 100 anni abbiamo portato la sua specie alla quasi estinzione. 


Tornando all'augurio "In bocca al Lupo", mi sembra corretto fare un po' di chiarezza e ridare il suo significato originario. 


"In bocca al lupo" veniva infatti usato fin dai tempi dei romani, ma era un augurio che aveva un significato del tutto diverso da quello attuale.

Il lupo o meglio la lupa è il simbolo di Roma. Il lupo non è un animale di per sé pericoloso. Se ti vede se ne va via prima che tu lo possa vedere. E’ solo quando malauguratamente ti avvicini alla tana dove ci sono dei cuccioli che il lupo diventa molto pericoloso.
La lupa sposta i suoi cuccioli di tana in tana prendendoli in bocca. Questo diventa quindi il posto più sicuro per loro. Romolo e Remo sono stati presi in bocca e portati nella tana dalla lupa. Così la Lupa ha salvato loro la vita.
In bocca al lupo significa quindi che lo spirito del lupo sia con te e ti protegga dai pericoli della vita come la lupa protegge i suoi cuccioli tenendoli in bocca.
Se il lupo muore non saremo più protetti dallo spirito del lupo.
La risposta originaria è più bella da dare quando ti dicono “in bocca al lupo” è quindi “viva il lupo” o se proprio non vi viene limitatevi ad un semplice grazie

Buona Vita al Lupo

Pat Smily