venerdì 28 giugno 2013

Lo sai di avere ben 3 cervelli?

Il tuo corpo è intelligente, molto intelligente. Il tuo corpo possiede una mente. La così detta mente somatica (da soma, parola greca che significa corpo). Grazie ad essa tu Sei. Ogni essere vivente è infatti dotato di questa mente somatica, mentre solo alcune forme viventi hanno una mente cognitiva. Io e te siamo due forme viventi dotate di mente cognitiva, quella che ci permette di farci tante "seghe mentali".

Lo sai che il tuo corpo, proprio in questo momento sta eseguendo miliardi di operazioni senza che tu nemmeno te ne accorga? Quanto consapevole sei di tutte queste operazioni? Forse ti stai accorgendo del movimento dei tuoi occhi che stanno leggendo questo articolo, forse stai percependo il peso della gamba accavallata sull'altra, o forse riesci a percepire il tuo respiro, i tuoi battiti, se le tue mani sono calde o fredde, e così via. Ma prima che ti elencassi tutto ciò, ci stavi pensando?
Eri consapevole del tuo corpo?

martedì 11 giugno 2013

Hai paura di morire?

Hai risposto si o hai risposto no alla domanda del titolo? 
Non importa, sia che tu abbia risposto in un modo o che tu abbia risposto nell'altro ti chiedo un po' di pazienza e un po' di sana curiosità e scoprirai la relazione che lega la Morte con il blog di Buona Vita. 

Innanzitutto, lo sai che anche tu prima o poi morirai? Lasciamo stare per un momento discorsi quali l'immortalità dell'Anima, la reincarnazione o simili, ma soffermiamoci considerando solo quello che è la realtà che conosciamo e di cui siamo consapevoli. 

Nasciamo, viviamo e moriamo. Questo è il ciclo vitale che stiamo vivendo in questo momento su questa Terra. 

Lo sai che potresti morire anche oggi stesso?
Io ne sono consapevole. Questo non significa che stamattina mi sono alzato e il primo pensiero che ho fatto è stato: "Oh mio Dio oggi potrei morire" però non posso far finta che questo pensiero non ci sia. Non posso fuggire a questa realtà e non lo puoi fare nemmeno tu. Posso far finta di essere immortale ma sto semplicemente mentendo a me stesso.