sabato 26 dicembre 2015

Abbracciamo la Vita

Buona Vita,

e Buon Natale caro amico che mi leggi.
Sono appena rientrato da una giornata rigenerante a base di abbracci in piazza.
Un bel modo di festeggiare questi giorni natalizi.
Tanti abbracci ricevuti, tanti abbracci donati.
Ogni abbraccio ha la sua storia. Quelli che preferisco sono quelli dei bambini. Alcuni ti corrono incontro e ti abbracciano con tutta l'energia che hanno. Altri sono abbracci timidi.
Ogni tanto, girando con il mio cartello "Dono Abbracci", guardo il volto delle persone e mi chiedo se mi abbracceranno o meno.

Alle volte ci azzecco, ma quello che preferisco è quando penso che quella persona non mi abbraccerà e invece lo fa. Che emozione.
Oggi ho abbracciato una famiglia Australiana, una famiglia del South Carolina (USA), ho abbracciato immigrati, ho abbracciato una mamma che ha perso il figlio e che mi ha sussurrato in un orecchio che  gli manca da morire.

Mi è mancato il fiato, mi sono commosso. Ci siamo commossi insieme mentre ci abbracciavamo.
Non ci sono parole che possono consolare, ma non servivano parole. L'abbraccio ci ha unito. L'abbraccio ha creato un'energia magica. Un po' di calore in quello che immagino essere un vuoto incolmabile.
Ho abbracciato un prete che accompagnava una comitiva di ragazzi. Ed uno ad uno li ho abbracciati tutti....o quasi.
Ho abbracciato mia figlia che è venuta a trovarmi con i suoi amici. E li ho abbracciati uno ad uno. Difficilmente sarebbe potuto accadere in un'occasione diversa. Ho il Cuore ricolmo di gioia.
Ho abbracciato talmente tante persone che ora sono ricolmo delle loro vite.
Il mio augurio a tutti loro è stato quello di trascorrere un Buon Natale, ma soprattutto di poter abbracciare la Vita ogni giorno, indipendentemente da quello che la Vita stessa ogni giorno ci riserva e, alle volte, le prove che ci fa affrontare sono davvero impegnative.

Il mio augurio a te che mi leggi è quello di continuare a credere. Credere nella Vita, credere nella gioia, nell'Amore, credere che un mondo migliore è possibile, ed è possibile partendo proprio da noi stessi.
Se vuoi farmi un regalo per questo Natale, ora che hai letto queste poche righe e dopo aver visto il video qui sotto, spegni il PC o metti in tasca il cellulare.
Abbraccia la persona che ti sta più vicino. Se non c'è nessuno chiama un amico o un'amica e dille che le vuoi bene.

Sono questi piccoli potentissimi gesti che rendono bella e ricca la nostra Vita.

Ti abbraccio forte e ti aspetto per un abbraccio dal vivo.

Di seguito il meglio delle cartoline di Buona Vita News accompagnate dalla musica del mio amico giapponese Naoki.

Buona visione e Buona Vita
Patric

Un abbraccio è Vita