domenica 11 dicembre 2016

Lascia che la Vita accada

Nella vita spesso viviamo ogni ciclo che si chiude come una perdita. 

Ma se avessimo già seminato e raccolto? Se quel ciclo non avesse più nulla da offrirci e noi da dare? 

Ogni cambiamento che affrontiamo è come un distacco profondo da ciò che un giorno ci è appartenuto: una persona, un oggetto, un posto, un luogo. Nonostante sappiamo che la vita è ciclicità, è mutamento costante in ogni sua forma e in ogni 

suo aspetto, non riusciamo a sentirci parte di questo fluire e a scorrere con esso. 
Percepiamo la difficoltà della scelta, del lasciare andare, del rinunciare a qualcuno o a qualcosa. Opponiamo resistenza e con fermezza rimandiamo ad un Domani, destinato però a non arrivare mai in quanto vive e regna sovrano nello spazio del Senza Tempo. 
In quel luogo austero si rischia di rimanere intrappolati, fermi, paralizzati, senza vita e senza movimento alcuno. 

Cosa ci ferma allora dal fare il salto, dall'andare oltre, dallo scoprire nuove terre e nuovi orizzonti? Forse la paura, il nostro bisogno di sicurezza o la nostra ricerca di comodità e certezze. Cosa stiamo aspettando? 

Il sovrano del Senza Tempo è lì e potrebbe tenerci incatenati per giorni, per mesi o, forse, per anni. Eppure esitiamo, rimandiamo, non sappiamo deciderci, non vogliamo mollare gli ormeggi della nostra nave e partire, nonostante tutto, nel tempo che verrà, bello o tempestoso che sia. Passiamo anni aspettando di costruire la nostra bussola, il nostro "Nord", i nostri punti cardinali, le nostre figure di riferimento, ma un colpo di vento, una tempesta o un terremoto possono spazzare via tutto, ricordandoci la precarietà e il senso del finito. 

Allora per poter cambiare occorre lasciare che la vita accada e credere fermamente che bisogna  essere disposti a perdere un po' l'equilibrio ad ogni passo della nostra vita per poter camminare sempre avanti e costruire nuovi equilibri e nuovi cammini. 

Buona Vita

Ilaria Napoleone

Un sorriso è Vita...un sorriso è cambiamento