Film

Qualcuno volò sul nido del cuculo (1975) di Milos Forman con Jack Nicholson Clicca qui

Da un romanzo (1962) di Ken Kesey: un pregiudicato viene trasferito in clinica psichiatrica. Riuscirà a mettere in evidenza il carattere repressivo e carcerario dell'istituzione. La rivolta dura poco, ma lascia qualche segno. Premiato con 5 Oscar, è un film efficacemente e astutamente polemico sul potere che emargina i diversi e sul fondo razzistico della psichiatria.

Il favoloso mondo di Amelie (2001) con Audrey Tautou clicca qui

Amélie vive in un mondo tutto suo e ha come unico scopo quello di rendere felici gli altri. Nel bar di Parigi, dove lavora come cameriera,dispensa sorrisi e risolleva il morale delle persone in difficoltà. La riscoperta delle piccole gioie della Vita.

Un sogno per domani (2000) clicca qui

« Questo sono io, e queste sono tre persone, a cui darò il mio aiuto, ma deve essere qualcosa di importante, una cosa che non possono fare da sole, perciò io la faccio per loro... e loro la fanno per altre 3 persone... »

Big Fish (2004) di Tim Burton clicca qui

Storie di una vita incredibile. Perché anche la più monotona delle vite può diventare una fiaba da raccontare ai propri figli e nipoti. Un inno alla fantasia ai confini con la realtà.


L'attimo Fuggente (1989) con Robin Williams clicca qui

« Cogli l'attimo, cogli la rosa quand'è il momento, perché, strano a dirsi, ognuno di noi in questa stanza un giorno smetterà di respirare, diventerà freddo e morirà. »
(John Keating)

Patch Adams (1998) con Robin Williams clicca qui

Il dottore che ha cambiato il modo di "curare" le persone.

Parada (2008) I ragazzi di Bucarest di Marco Pontecorvo ispirato alla storia di Miloud Oukili che ha salvato migliaia di bimbi rumeni che vivevano nei tombini di Bucarest clicca qui

Iqbal (1998) La vera storia di un bambino pakistano sfruttato e schiavizzato per la produzione di tappeti. Clicca qui

Il pianeta verde (1996) di Coline Serreau Clicca qui

"Pianeta verde": un pianeta lontano e sconosciuto ai terrestri, dove le persone che lo abitano vivono la loro esistenza in armonia con se stessi e con la natura. Anche gli abitanti di questo pianeta sono passati per l'era industriale (nel film è definita preistoria), ma dopo averne saggiato la decadenza, hanno preferito abbattere gerarchie, industrie e tutto ciò che rappresentava l'epoca dello sfruttamento.


La città della gioia (1992) con Patrick Swaize Clicca qui

Storia ambientata nelle bidonville di Calcutta (India). Un viaggio alla riscoperta di se stessi.

La felicità porta fortuna (2008) di Mike Leigh Clicca qui

Un film contemporaneo, realista, che invita al buonumore e alla riflessione, interpretato da una straordinaria Sally Hawkins

La vita è bella (1997) di Roberto Benigni Clicca qui

Film capolavoro di Benigni. Non servono presentazioni

Si può fare (2008) con Claudio Bisio Clicca qui

Nessuno da vicino è normale. Tratto una da storia vera.
Nello, un imprenditore milanese che ha perso la propria posizione, si ritrova a dirigere una cooperativa di ex pazienti di ospedali psichiatrici, dopo l'entrata in vigore della legge Basaglia. Credendo fortemente nella dignità del lavoro, Nello spinge ogni socio della cooperativa a imparare un mestiere per sottrarsi alle elemosine dell'assistenza, inventando per ciascuno un ruolo incredibilmente adatto alle sue capacità ma finendo per scontrarsi con inevitabili quanto umanissime e tragicomiche contraddizioni.

I cento passi (2000) di Marco Tullio Giordana Clicca qui

La Mafia è una montagna di merda! La vera storia di Peppino Impastato, ribellatosi al padre mafioso, ribellatosi a Badalamenti che viveva a 100 passi da casa sua. Pagherà con la vita la sua battaglia, ma il suo nome è rimasto un simbolo e un esempio da seguire per tutti coloro che stanno combattendo la Mafia.

C'era una volta la città dei matti (2009) di Marco Turco Clicca qui

Franco Basaglia, il dottore matto che con l'omonima legge "liberò" i matti dagli ospedali psichiatrici.

Non è mai troppo tardi (2007) con Jack Nicholson e Morgan Freeman Clicca qui

Il multimilionario Edward Cole ed il meccanico Carter Chambers, non hanno niente in comune se non il fatto di essere due malati terminali di cancro e di dividere la stessa stanza d'ospedale. Da questa improbabile unione però, nasce una sorta d'accordo, i due si ritrovano a scrivere una lista di cose che avrebbero voluto fare nella loro vita ma che non sono riusciti a realizzare.
Un inno alla Vita anche in punto di morte.

Wall-E (2008) lungometraggio di animazione della Walt Disney e Pixar diretto da Andrew Stanton
Clicca qui

Il protagonista del film è il robot WALL•E, unico abitante di un pianeta Terra inquinato, pieno di immondizie e di conseguenza abbandonato dall'umanità. Il compito di WALL•E è proprio quello di ripulire il pianeta, compito a cui adempie diligentemente per più di settecento anni, finché un giorno non scende dal cielo una robot di nome EVE che lo farà innamorare, e in nome di questo amore vivranno un'avventura che cambierà il loro destino e quello dell'umanità.